STANZE BLU

tecnica mista su tela, cm 24 x 30, 2002

 

L'avvio delle sue opere inizialmente mentale, psicanalitico, ma nel corso della loro realizzazione la scelta simbolica del colore si trasforma in sensazione ambientale e chi guarda si sente inglobato dentro le sue piccole stanze abitate da esseri umani e da apparizioni. L'io e l'altro, che vivono dentro di noi, vengono messi allo scoperto, si cerca disperatamente di farli coesistere a livello di coscienza, di conciliare il loro esserci all'interno di un luogo neutrale, nel luogo dell'arte. E attraverso questo processo possibile far apparire un orizzonte.

Francesca Pietracci

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

indietro